giovedì 17 febbraio 2011

FINALMENTE ORGOGLIOSA DI ESSERE ITALIANA!

Buongiorno a tutti!! Scusate, non sono stata per nulla costante nell'aggiornare il blog, ma tra lo studio e impegni vari ho avuto davvero pochissimi momenti!




Apro con questa immagine presa da internet per parlare della manifestazione di domenica scorsa ( "se non ora quando" ricordate?). Ebbene devo dire che nella mia città è stata davvero un successo!! Non pensavo di trovare cosi tante persone al corteo, e felicemente mi sono dovuta ricredere, Vicenza ha dato una grande prova di sensibilità sociale! Femmine e maschi di tutte le età hanno cantato, camminato e applaudito uniti più che mai, e devo ammetterlo, io ero davvero euforica. Avrei voluto fare un reportage video migliore, ma mi sono accorta tardi che la mia telecamera non funzionava, e ho cercato di rimediare con la macchinetta fotografica...la qualità non è delle migliori, senza contare che non sono riuscita a raccogliere molto materiale visto che si è scaricata dopo un'oretta...sfortuna a go-go :(
In ogni caso potrete vedere nel video qui sotto immagini e riprese del corteo e del momento di discussione in particolare i due interventi che ho scelto: quello di una giovane studentessa vicentina e quello del cantautore LUCA BASSANESE. Spero lo apprezziate! Se siete curiosi di vedere cosa il destino mi ha impedito di riprendere, sappiate che su YouTube ci sono moltissimi video relativi a Vicenza.
 Tra l'altro devo ammettere che non credevo che montare un video fosse cosi complicato...io e la tecnologia stiamo facendo amicizia da poco quindi siate clementi!

 Al di là della riuscita del video, sono felice di inaugurare il mio canale you tube (trovate il link anche nella colonna a sinistra) con la testimonianza di una giornata che sicuramente mi resterà nel cuore!! Non voglio soffermarmi troppo sui commenti del nostro "sultano"  ma vi riporto, per dovere di cronaca, una delle dichiarazioni che ha rilasciato dopo la giornata del 13 Febbraio: “Le donne sanno quanta considerazione ho per loro. Nei loro confronti mi sono sempre comportato con grande attenzione e con grande rispetto, nelle mie aziende e nel governo. Sono davvero convinto che abbiano una marcia in più. Le donne sono sempre state più brave a scuola sono più intelligenti e più preparate,più responsabili e arrivano alla soluzione dei problemi senza tanti ghirigori”
Eppure le parole "vergognosa e faziosa" hanno marchiato la manifestazione, alla faccia del rispetto. Non voglio avvelenare il mio entusiasmo per aver preso parte a qualcosa di davvero importante e che regala speranza, quindi mi fermo qui con i commenti sul premier,e vi regalo un video che sta facendo il giro di Facebook che credo sottolinei con ironia e umorismo il grande rispetto che il nostro premier ha dimostrato nelle sue famosissime festicciole
E nella vostra città come è andata? non vedo l'ora di sentire le vostre testimonianze!

3 commenti:

Gatta Randagia ha detto...

Ciao Gaia...
anche nel mio paese la manifestazione ha superato di gran lunga ogni più rosea aspettativa...
sopratutto perchè abbiamo un'amministrazione di detra che ci ha osstacolati in tutti i modi...
è stato bellissimo vedere donne di ogni età dall'anziana alla bimba di 2 anni accompagnate da molti uomini che sostenevano la nostra causa..
è stato emozionantissimo...
un'altra Italia è possibile, ne ho avute le prove...

MsGolightly ha detto...

Ciao Gaia, grazie per essere passata dal mio blog...purtroppo non sono in Italia in questo momento e non ho potuto partecipare in prima persona ma sono contenta che oltre alla "vergogna" di cui ci ricopre Silvio posso anche essere orgogliosa di teste pensanti che non ce la fanno più di essere prese per i fondelli!
Ps Il tuo blog è molto carino!

Mauro ha detto...

In Italia si è parlato solo di donne che vogliono "prendere le distanze" dallo stereotipo della donna bella che "la dà" per avere denaro e potere e di manifestazione anti-Berlusconi a tutti i costi.
(Ne avevo il sospetto, ricordi?)
All'estero si è parlato di donne che vogliono cambiare il proprio paese, che vogliono vivere e crescere in una società sana e meritocratica.
Vabbè, almeno all'estero capiscono... :o)

Posta un commento

 
;